News dalla stampa

Cancro seno e carenza vitamina D

La carenza di vitamina D aumenta le probabilità di sviluppare un tumore del seno e di sviluppare un tipo di cancro che cresce e si diffonde più velocemente. Secondo i ricercatori della Stanford University School of Medicine (USA) è stato individuato un legame diretto tra i livelli di vitamina D circolanti e l'espressione di un gene chiamato ID1, noto per essere associato alla crescita tumorale e alle metastasi del cancro al seno. Lo studio, pubblicato sulla rivista Endocrinology, è stato condotto principalmente sui topi, ma i ricercatori hanno rilevato su trentaquattro pazienti con cancro al seno che i livelli di vitamina D erano, nei rispettivi tumori, inversamente correlati ai livelli di espressione della proteina ID1.

La stimolazione elettrica transcranica potenzia la memoria

La stimolazione elettrica transcranica con corrente continua si realizza inviando al cervello una corrente di bassissima intensità, indolore e non percepita dal soggetto. Ricercatori dell'Università Cattolica del Sacro Cuore - Policlinico A. Gemelli di Roma in uno studio pubblicato da Scientific Reports hanno dimostrato che nei topi una sola seduta di stimolazione è in grado di indurre nel centro della memoria, nell'ippocampo, un potenziamento delle connessioni tra i neuroni, le "sinapsi", indispensabili per trasmettere ed immagazzinare le informazioni. E’ stata così registrata negli animaletti trattati una memoria migliore anche parecchi giorni dopo il trattamento. Da questi risultati emerge che potenzialmente la stimolazione potrebbe risultare efficace in soggetti anziani con deficit cognitivi.

Influenza: quest'anno il vaccino più efficace dal 2004

Il vaccino per questa stagione influenzale è, secondo le stime preliminari USA, tra i migliori degli ultimi anni, con un'efficacia del 59% non essendosi ripresentata la criticità della scorsa stagione allorché il ceppo circolante prevalente risultò diverso da quello nel vaccino. L’efficacia è la più alta dal 2004, mentre per i singoli ceppi si è registrata una efficacia del 51% contro i virus H1N1, il più diffuso, e del 76% contro tutti i virus B.
I dati preliminari europei, Influenza Monitoring Vaccine Effectiveness in Europe (I-MOVE), sono per ora più bassi, intorno al 46%, ma comunque più alti rispetto allo scorso anno.

Scoperto antidoto a fungo mortale attivo negli ospedali

Ricercatori dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e del Policlinico A. Gemelli di Roma, insieme ai colleghi della Harvard University di Boston e del Policlinico Universitario di Losanna, hanno scoperto un potenziale antidoto contro la Candida glabrata, causa di gravi infezioni (mortali nel 40% dei casi) soprattutto a carico di anziani e immunodepressi ricoverati in ospedale. Il fungo è resistente alle terapie oggi disponibili (gli azoli, i farmaci antifungini più comunemente usati per il trattamento di queste infezioni).
La scoperta della nuova molecola, denominata "iKix1" e isolata attraverso lo screening su 140 mila diverse molecole, come riferisce Nature, si deve al gruppo di ricerca del professor Maurizio Sanguinetti, Direttore dell'Istituto di Microbiologia e Virologia dell'Università Cattolica di Roma, e al suo team (Riccardo Torelli e Brunella Posteraro) che ha lavorato con ricercatori della Harvard University di Boston e del Policlinico Universitario di Losanna. Le infezioni da Candida glabrata sono considerate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità una delle minacce crescenti in ambito sanitario.

Cancro prostata poco aggressivo, sorveglianza attiva

In caso di neoplasia di ridotte dimensioni e scarsa aggressività (se ne stimano circa diecimila all’anno in Italia) i pazienti potrebbero essere sottoposti a sorveglianza attiva che prevede di monitorare periodicamente la malattia attraverso esami e controlli in alternativa alle terapie radicali. Con risparmi per il servizio sanitario nazionale oltre che minori effetti collaterali per gli ammalati medesimi. E’ emerso nell'ambito della terza Conference "Active surveillance for low risk prostate cancer", un convegno internazionale realizzato dall'European School of Oncology con il supporto della Società italiana di urologia oncologica (Siuro).
In alternativa alle terapie radicali come chirurgia, radioterapia o brachiterapia il paziente con tumore indolente è sottoposto a esami e controlli periodici. Questa vale per tutta la vita o fino a quando la malattia non modifica le sue caratteristiche iniziali. Se la patologia cambia il percorso d’osservazione è interrotto ed il paziente inviato al trattamento. La Siuro promuove la sorveglianza attiva fin dal 2009 quando è iniziato "SIUrO PRIAS ITA", il più grande studio a livello mondiale che in Italia è coordinato dall'Istituto nazionale dei tumori (Milano).

Microsfere a 'tempo' per liberare farmaci secondo la scelta terapeutica

Sono state realizzate in Italia microsfere che liberano i farmaci a tempo controllato: gradualmente o all'ora stabilita. Positivi i test sugli animali, tra circa un anno la sperimentazione sull'uomo. Le microsfere sono in grado di funzionare a tempo controllato in virtù del materiale con cui sono state costruite, capace di degradarsi nel corpo a misura del rilascio graduale della quantità di farmaco stabilita.
Le potenzialità terapeutiche si rivolgono ad alcune malattie degli occhi, come il glaucoma, ed a malattie caratterizzate da sintomi che diventano più acuti all'alba (early morning pathologies) come asma e artrite, a fronte delle quali oggi i farmaci sono assunti nottetempo.

 

Oms: legame fra Zika e microcefalie

Secondo la previsione di Marie-Paule Kieny, vice direttore generale dell'Oms (Organizzazione mondiale della sanità) per i sistemi sanitari e l'innovazione (Oms), entro alcune settimane potranno essere chiari i probabili legami tra il virus Zika e la microcefalia dei neonati.

Contrasto al fumo

Il decreto legislativo sui tabacchi, pubblicato il 18 gennaio in Gazzetta Ufficiale in recepimento dell’analoga direttiva del Parlamento Europeo, contiene previsioni diverse: immagini shock sui pacchetti di sigarette, stretta (sanzionata) sulla vendita ai minori, abolizione dei pacchetti da dieci sigarette, divieti di fumo in auto con minori o donne in gravidanza, all'aperto vicino a scuole e ospedali, divieto di utilizzo di aromi. I vari articoli del provvedimento saranno applicati progressivamente, a partire dal 2 febbraio. Inoltre dovrà essere comunicato il numero verde per smettere di fumare. Quanto sopra dovrà occupare almeno il 65% della superficie del pacchetto. Per le sigarette elettroniche è obbligatoria che i produttori notifichino al ministero della Salute tutti gli ingredienti contenuti nel prodotto, i dati tossicologici, la descrizione del processo di produzione etc. Anche per le ricariche va allegato un foglietto illustrativo con istruzioni, elenco dei componenti, avvertenze sugli effetti nocivi.

World Cancer Day, l’importanza della prevenzione

Il World Cancer Day 2016, la giornata mondiale del Cancro, si tiene il prossimo 4 febbraio con una particolare enfasi verso la prevenzione: infatti secondo la OMS, in rapporto di quasi uno su tre casi le neoplasie (che costituiscono la seconda causa dei decessi dopo le malattie circolatorie in misura di circa il 30%: oltre 360.000 cittadini italiani all’anno si trovano con un tumore diagnosticato e 180.000 sono mediamente le vittime) potrebbero essere prevenute per il tramite di corretti stili di vita.
Oltre allo slogan accattivante della giornata (We can. I can) ci si augura un contributo realistico in termini di consigli che possibilmente superino, in efficacia, le talvolta troppo banali considerazioni messe a disposizione sull’argomento.

Responsabilità professionale

La Camera ha trasmesso il testo al Senato del Ddl “Disposizioni in materia di responsabilità professionale del personale sanitario”.
Nei 18 articoli del provvedimento (n. Senato 2224) si prevede che il medico o l’operatore sanitario la cui imperizia determini la morte o la lesione personale dell’assistito risponderà solo per colpa grave a meno che, salvo rilevanti diverse specificità del caso di specie, non abbia egli della norma rispettato le buone pratiche cliniche e le raccomandazioni previste dalle linee guida. Altre previsioni della norma riguardano il tentativo obbligatorio di conciliazione, la tutela dei professionisti che denunciano, l’azione di rivalsa, l’obbligo di assicurazione, l'azione diretta dei danneggiati al Fondo di garanzia.